Fragmenti / Kanaka Project per Dubit / Roma – Avellino – Berlin / Italia – Germany

Progetto audio – video a cura di Kanaka Project, realizzato per il sound designer Dubit in occasione dell’uscita del suo nuovo LP.  

Fragmenti è un progetto di condivisione di informazioni per documentare l’oggi, ieri, il domani. Una traduzione di ricordi, sentimenti, relazioni e di vissuto in immagini e in suoni.

Il passato può riconoscere solo la propria proiezione. Il futuro non è prevedibile; è uno stato di non riconoscimento, di non associazione. La continuità è il passato e il passato è un ricordo, una parola che è solo il tempo.

Questo percorso è nato dalla necessità di indagare il silenzio e la sua interazione con il suono. Prende forma nella città di Berlino e si sviluppa in varie località d’ Europa, sia nella composizione che nel concept. Attraverso l’unità organica di registrazioni sul campo  è stato possibile incapsulare il suono in una bolla senza tempo e quindi documentare l’esperienza sul supporto fisico.

L’intento è nell’ opposto della confusione, tale da esprimere un concetto artistico / comunicativo in una forma chiara e riconoscibile, il silenzio. Fragments è un progetto di condivisione d’ informazioni; una documentazione del presente che è già nel passato; una traduzione di ricordi, immagini, sentimenti, relazioni, linguaggi, sogni ed incubi, il nostro conflitto interiore, il nostro ego, il nostro essere. E’ il contrasto tra chiaro e scuro, nero e bianco, l’ evidenza delle interazioni in via di sviluppo e il loro rapporto.

Questo album racconta la mia storia e la vostra storia. Questo è il mondo in cui viviamo…

                                                                                                                                                                                                 Dubit 

Audio – Video project by Kanaka Project, created for the sound designer Dubit at the release of his new LP.

The past can only recognise its own projection. The future is not predictable; it is a state of non-recognition, non-association. Continuity is the past and the past is a memory, a word that is only the time.

This route is born from the necessity of silence and the study of its interaction with noise. It takes form in the city of Berlin and develops in various locations in Europe, both in composition and conception. Through the organic unity of field recordings it was actually made possible to encapsulate the sound in a timeless bubble and therefore documenting the experience on physical medium.

The intent is the opposite of confusion, such to express an artistic / communicative concept in a clear and recognisable format, silence. Fragments is a project of information sharing; a documentation of today that now is yesterday; a translation of memories, images, feelings, relationships, the means to an end, languages, dreams and nightmares, our interior conflict, our ego, our being. It is the contrast between light and dark, black and white; their developing interactions and their relationship.

This album tells my story and your story. This is the world in which we live…”

                                                                                                                Dubit


Fragmenti  , A/v  project  , 2015

Regia
Andrea Maioli, Ermanno Bonazzi, Gabriele Mariotti

Scritto da
Alfeo Pier (Dubit)

Coreografia
Donatella Morrone

Prodotto da
Several Reasons Recordings

Advertisements
%d bloggers like this: